Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies statistici e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.

Ok

Pubblicato il: 3.08.2021
Formato: 24,5x33
Pagine: 116
Note: Periodico semestrale prodotto dall'associazione Puglia Plurale APS
ISBN: 9788885863996

TEJ _ erranza / wandering _ n. 1



Collana: The egg journal

Questa rivista/piazza è stata chiamata “Uovo” perché vuole essere un luogo vivo di accoglienza, un nucleo staminale delle varie evoluzioni e dei futuri possibili. “Omne vivum ex ovo”, dicevano i romani (Tutto ciò che vive viene dall’uovo).
L’uovo si pone al di là dei generi, delle razze e delle religioni ed è un simbolo di vita potente e riconosciuto da tutti dappertutto. L’uovo, insieme all’albero della vita, è da sempre per l’umanità un simbolo di nascita e rinascita, della fecondità e della riproduzione, della trasformazione degli elementi e di perfezione. Nel cristianesimo l’uovo rappresenta la risurrezione (l’uovo di Pasqua). È stato ed è uno dei soggetti fondamentali della storia dell’arte nelle varie civilizzazioni ed epoche che ha vissuto questo pianeta. Un esempio tra i più belli e poderosi che abbiamo a Milano è l’uovo di struzzo sospeso sulla Vergine nella “Sacra conversazione”, detta anche la Pala di Brera, di Piero della Francesca: quest’uovo simboleggia l’Immacolata Concezione e genera la vita solo grazie all’intervento dello Spirito Santo. Questa bellissima opera d’arte ha ispirato tra l’altro uno dei più grandi maestri del design italiano: Achille Castiglioni per la sua lampada a sospensione Brera per l’azienda Flos che è ancora in produzione oggi e che è diventata un’icona fondamentale della storia del design mondiale.
«The Egg Journal» si prefigge di contenere e alimentare l’utopia e le possibilità di nuovi percorsi e nuove visioni. Abbiamo voluto rispettare le diversità delle lingue-madri di chi scrive in modo da non cadere in scorciatoie e semplificazioni dannose che avvengono traslando i contenuti da una lingua all’altra. È bene permettere a chi scrive di esprimersi in maniera profonda e sentimentale nel proprio idioma, contribuendo così a creare un confronto anche linguistico che generi una creolizzazione dinamica ed evolutiva delle varie lingue e culture che s’incontrano in questo territorio, com’è avvenuto tante volte nella sua storia. Per facilitare la comprensione durante una prima lettura dei testi scritti in lingue diverse, una traduzione in inglese e in italiano sarà consultabile on line inquadrando il codice QR all’inizio della rivista.
Nasce quindi «The Egg Journal»: una piazza, un’agorà, nella quale si potranno incontrare i vari cittadini che vivono o che hanno relazioni con queste poleis che attorniano la Valle d’Itria o che vivono nella chora: la campagna/giardino che le collega.

16,00 €
Tasse incluse
Quantità

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password