Pubblicato il: 04.12.2020
Formato: cm 15x21
Pagine: 244
ISBN: 9788885863743
Collana: PBT

Meravigliosi ragni danzanti


Interpretazioni del tarantismo nel Seicento



A cura di: Manuel De Carli
Collana: Piccola biblioteca sul tarantismo

«La tarantola è solita danzare al suono degli strumenti musicali? Questo risulta da un’esperienza evidentissima, infatti è solita ballare e danzare al suono della chitarra, di un tamburello, dei flauti, dei cembali, della cetra, ecc. E chi non ci crede, venga a vedere e faccia una prova: troverà che ciò che scriviamo è verissimo». [Epifanio Ferdinando, Centum Historiae].

Meraviglioso, singolare, enigmatico, il tarantismo ha attirato per secoli l’attenzione degli intellettuali di tutta Europa. Tale fenomeno era ascritto alla tarantola, un ragno che, mordendo le sue vittime nel periodo estivo, sarebbe stato in grado di generare in esse una serie di effetti vari, orribili e stupefacenti. Solo la musica e la danza avrebbero potuto curare le atroci sofferenze dei tarantati, che si sarebbero comunque potute ripresentare ciclicamente ogni estate. Credenza diffusa era che la musica avrebbe spinto al ballo non solo i tarantati, ma persino le stesse tarantole. I saggi che compongono il presente volume offrono al lettore la chiave di accesso a sette interpretazioni del tarantismo avanzate nel Seicento, un secolo durante il quale medici, letterati, sperimentatori e maghi naturali si interrogarono per ricercare una plausibile spiegazione razionale a quella che si riteneva essere una curiosa forma di avvelenamento: un fenomeno misterioso capace di rivelare, agli accorti indagatori della natura, le leggi più segrete del mondo.

15,00 €
Tasse incluse
Quantità

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password