Pino De Luca

Pino De Luca ha 56 anni, una moglie, due figlie e un cane.
Docente di Informatica all’Istituto “E. Fermi” di Lecce, dopo una vita trascorsa tra scienza e peccato, approda all’E(t)nogastronomia, nella quale si cimenta con la medesima pignoleria con la quale ha affrontato cose molto più serie e più tristi.
Da anni cura per il «Nuovo Quotidiano di Puglia» una rubrica settimanale che narra di cibo e vino; scrive per «VinoWay», «Affari Italiani» e per chi lo richieda. Cultore del CopyLeft, collabora con chiunque si occupi con scienza e coscienza di buona tavola e buon bere.
Nella vita precedente ha pubblicato Regole e Diritti per essere cittadini (2000), con l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, un libello sulle storie di Baldasar Castiglione e una triade di testi elettronici di informatica e telecomunicazioni (elettronicamente reperibili e copiabili.)
Di allora conserva un fardello di ricordi e il motto «Nec spe nec metu"», continuando a pensare che ogni giorno è uguale a quello precedente, tocca a ciascuno di noi renderlo migliore.
Nella vita attuale il suo motto è «Non ciò che entra nella bocca contamina l'uomo, ma è quel che esce dalla bocca che contamina l'uomo» (Mt, 15-11).

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password