Patience Gray

Patience Gray

Patience Gray (Shackleford, Surrey, 1917 – Spigolizzi, Salve - Lecce, 2005) è famosa nel mondo anglosassone per il suo straordinario libro di cucina Honey From a Weed, pubblicato nel 1986 e, dopo oltre trent’anni, ancora ristampato.
Patience era nata e cresciuta nel sud dell’Inghilterra, ma già all’età di 16 anni fece la sua prima esperienza all’estero. Troppo giovane per potersi iscrivere alla London School of Economics, soggiornò per un anno in Germania, a Bonn, a studiare tedesco e Storia dell’Arte. Durante un soggiorno in Romania, pubblicò il suo primo articolo, raccontando, di prima mano, il funerale della regina Maria di Romania. All’età di 24 anni era già madre di due figli che allevò da sola in una casa isolata e piuttosto primitiva tra i boschi del Sussex, durante la Seconda guerra mondiale.
Nel 1947 Patience si trasferì a Londra, dove svolse vari lavori, fino a quando il successo del suo primo libro di cucina, Plats du Jour (Penguin 1957), scritto assieme a Primrose Boyd, le aprì le porte del giornalismo. Il prestigioso giornale domenicale «The Observer» le affidò, infatti, la responsabilità di una nuova rubrica: la “pagina delle donne”.
L’incontro con Norman Mommens segnò la svolta nella sua vita. Nel 1962, a bordo di un camion militare inglese, residuato bellico della Seconda guerra mondiale, partirono insieme per Carrara, spostandosi poi in Provenza, Catalonia, Grecia, per approdare, infine, all’estremità della penisola salentina. Qui acquistarono una masseria abbandonata, Masseria "Spigolizzi" che, restaurata spartanamente, offrì a Norman lo spazio necessario per ospitare la sua crescente produzione di statue di marmo. Patience proseguì le sue ricerche gastronomiche e continuò a scrivere e a produrre gioielli d’oro e d’argento di squisita fattura.

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password