Fabio Chiriatti

Fabio Chiriatti

Dopo una formazione laboratoriale cominciata nel 1998 si diploma nel 2010 in scrittura drammaturgica presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano. Qui è stato allievo, tra gli altri, di Renata Margherita Molinari, Biljana Sbrilianovik, Edoardo Erba, Franck Bauchard, Eli Commins, Luca Scarlini, del quale è assistente nel 2008 e 2010 durante il festival Connection (Teatro Litta, Milano). È assistente nel 2008 di Elena Bucci (festival Arlecchino) e nel 2010 di Francesco Saponaro (Festival Arlecchino in Città). Dal 2008 collabora con la compagnia Zerogrammi alla drammaturgia di Inri, Pasto a due e per i testi di Mappughje. Nel 2013 Collabora con compagnie pugliesi come Scenastudio all’adattamento drammaturgico di Ballata Salentina di Rina Durante e alla dramaturgie de L’uomo che inventò i Beatles, una produzione di Terrammare. Nel 2011 si qualifica terzo col monologo Dark room al premio Borrello. Nello stesso anno viene selezionato, come rappresentante italiano, per la XV Biennale degli artisti Mediterraneo, con il testo Milano takeaway. Nel 2012 pubblica, a seguito della masterclass condotta da Edoardo Erba, inerente al progetto Archeos, c/o Stabile delle Marche, nel volume Generazione Erasmus il testo Il cambio della guardia, per la Titivillus. Nel 2013 il suo testo Solo Dio lo sa è selezionato al Premio Scenario (Compagnia SenzaFissaDimora Teatro) e il testo Mappugghje è vincitore del premio Raduga e gli vale il titolo di "Giovane autore italiano del 2013". Nello stesso anno il testo I saburchi viene segnalato al premio Hystrio, scritture di scena under 35.

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password