Pubblicato il: 11.03.2007
Formato: cm 14x19
Pagine: 64
Note: Cd audio allegato contenente 6 tracce
ISBN: 978-88-95161-03-7

Canti di Passione


Ce custi o gaddho na cantalìsi


Autore: AA.VV.
Curatore: Luigi Chiriatti
Curatore: Gianni De Santis
Curatore: Sergio Torsello
Collana: Voci suoni e ritmi della tradizione

La vita nelle comunità a base agricola-pastorale era scandita dai grandi avvenimenti religiosi e fra essi la Pasqua con la sua liturgia complessa e piena di simbolismi, quali morte rinascita e resurrezione, che rappresentano da sempre il risveglio della natura, il passaggio dall’inverno alla primavera. Allora i nostri contadini smettevano i panni di duri lavoratori della terra e indossavano quelli di finissimi cantori, de I Passiùna tu Cristù e Lu Santu Lazzaru. In genere due cantori, un fisarmonicista o organettista accompagnati da un portatore di palma si presentavano nei crocicchi dei paesi e a turno, una strofa a testa, cantavano e mimavano il canto di Gesù. Spesso si recavano anche nelle masserie a portare-rappresentare la morte e resurrezione. Il contenuto della Passione narra della vita e delle pene che patisce Cristo e del dolore straziante di una madre che si aggira dolente in cerca del frutto della vita: il figlio. La Passione rappresenta la pietas popolare e la modalità più complessa e articolata attraverso la quale il popolo esprime il suo misticismo e la necessità di comunicare con la divinità. Il libro, che nasce all’interno della rassegna Canti di Passione, offre importanti spunti sul repertorio dei canti rituali di questua connessi al ciclo dell’anno e diffusi su tutto il territorio italiano, oltre a soffermarsi più approfonditamente sulle modalità interpretative e mimico-gestuali dei cantori salentini. Il volume contiene anche un’intervista ad Antimo Pellegrino, uno degli ultimi cantori della Passione, oltre che una corposa bibliografia legata al tema e si avvale dei contributi di: S. Torsello, A. Ricci e R. Tucci, L. Chiriatti e G. De Santis. Allegato al libro il cd audio contenente sei preziosi esempi di “passioni” che si presentano come un piccolo ma significativo corpus di canti religiosi della tradizione orale salentina. Questo lavoro è dedicato a Cosimo Surdo, grande interprete della Passione grica e della cultura orale salentina, recentemente scomparso.

5,00 €
Tasse incluse
Quantità

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password