Gianni De Santis

Gianni De Santis

Socio fondatore del Gruppo Culturale Avleddha, di cui è anche presidente, conserva, per eredità del padre Cesare, poeta grico fra i più illuminati, la memoria culturale greco-salentina, facendone un vero e proprio stile di vita. È autore di buona parte dei testi, nelle canzoni in grico prodotte dal gruppo musicale Avleddha e con questo porta nel mondo la sua lingua e la sua cultura, producendo anche tre Cd: “Otranto” (2000), “Senza Frontiere” (2002) e Ofidèa (2007). Sempre con Avleddha, pubblica nel 2001 la ristampa di “Col Tempo e con la paglia” e la raccolta di poesie inedite “Ce meni statti”, di Cesare De Santis. Partecipa come esperto in varie trasmissioni radio-televisive e in dibattiti e tavole rotonde sulla cultura e le tradizioni popolari. Scrive testi teatrali in grico e conduce vari laboratori nelle scuole Elementari e Medie. Collabora con Piero Milesi a un brano musicale di cui scrive il testo in grico: “Ijo pucanè”. Crea con altri componenti del gruppo culturale che presiede, una vera e propria “accademia del grico”, come cita il quotidiano «Repubblica», conducendo il laboratorio linguistico-teatrale “Tragoidìa”. Sulla (e per la) lingua grica gira vari film-documentari come, per citarne solo alcuni, quello realizzato da Piero Cannizzaro nel 2001; un documentario sulla Grecìa Salentina per la televisione Tedesca (2001) e il docu-fiction Italian Sud-Est, Della Fluid Video Crew (2002).

4 0 4

Oops, it looks like you are lost ...

Back to Home

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password