Pubblicato il: 21.11.2019
Formato: cm 16,5x22,5
Pagine: 496
ISBN: 9788885863576
Collana: Pensieri meridiani n. 04

El Turcho in Terra d'Otranto


Lo sciame bellico dal 1480 al 1816


Autore: Daniele Palma
Autore: Giuseppe Palma
Collana: Pensieri meridiani

Come in un evento tellurico a una forte scossa iniziale segue una serie di repliche che si protrae in modo imprevedibile nei dettagli, così in Terra d’Otranto il terrifico evento bellico del 1480-81 si riverberò in numerose aggressioni minori: l’invasione turca, immane e inaudita – seppur respinta a costo di gravi sacrifici, inclusi quelli che l’agiografia successiva volle fossero di martiri – ebbe un seguito che colpì le popolazioni salentine per più di tre secoli senza una regolarità temporale, una sistematicità spaziale o un andamento univoco. Incursioni, battaglie, rapimenti, morti e nascite in cattività, rientri di prigionieri riscattati dopo essere stati deportati dalle vicine Isole Ionie al lontano Maghreb: questa la lunga storia che si riprende in questo libro, che si conclude con un racconto sintetico in greco salentino.

Gli autori, inoltre, si cimentano ancora nelle predilette attività di criptoanalisi e riescono a ricostruire il cifrario utilizzato in una lettera in codice di Battista Bendidio, l’oratore di Ercole I d’Este presso Sisto IV proprio nell’anno in cui nasceva Lucrezia Borgia. La figlia del cardinale Rodrigo Borgia, dopo trent’anni, in qualità di duchessa estense, si sarebbe trovata in guerra con Giulio II, nipote di Sisto IV, dopo essere rimasta vedova del duca di Bisceglie, un figlio di quel duca di Calabria che aveva liberato Otranto. Sul nome di questa città – in un avvicendarsi di generazioni di dinastie ducali, regali e papali – si chiude, dunque, un anello di storia rinascimentale e si apre un altro, in una sequenza che, malgrado certi recenti pronostici, si preannuncia indefinita.

27,00 €
Tasse incluse
Quantità

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password