Rosada

Rosada deve il nome e l’ispirazione a Pier Paolo Pasolini, che una mattina d’estate del 1941, girando per le strade di Casarsa, sente per caso pronunciare la parola dal figlio dei vicini, e s’interrompe di fronte alla meraviglia di una parola che «non era mai stata scritta. Era stata sempre e solamente un suono.»
Rosada è un percorso che affida alla specificità della lingua poetica – alla sua grammatica all’apparenza tradita, alla parola senza storia, all’espressione che trova la via del dialetto – la capacità di gettare uno sguardo primigenio e incorrotto sulle cose e sul mondo, di dire con la voce nuova di un bambino.
http://rosadapoesia.it/

Filtri Attivi

  • Autore: Michele Bellazzini

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password